PRODOTTI TIPICI

foto_focaccia

La focaccia di Bagno: ricetta

A primavera, il ritorno delle uova nel pollaio permetteva i tradizionali dolci – in genere a pasta lievitata – che a Pasqua trionfavano sulle tavole di ogni famiglia.
Anche la Focaccia di Bagno è un dolce pasquale legato alle tradizioni locali: composto da farina, uova e zucchero, ha una lavorazione […]

tortelli

Tortelli sulla lastra

Quando c’era poco a disposizione, ecco i tortelli alla lastra: un ingegnoso ed economico piatto unico, popolarissimo ancor oggi nell’alta valle del Savio e in tutta la fascia dell’ Appennino tosco-romagnolo, basato su ingredienti sempre disponibili nell’orto o nelle campagne.
Il “compenso” o impasto è infatti ottenuto, a seconda delle […]

Basotti

I basotti

Un piatto tipico, risultato di questa capacità di coniugare in modo esemplare fantasia e necessità,
sono i “Basotti”: tagliolini cotti in un brodo ottenuto dalle ossa del maiale (ultimo regalo di questo
animale prezioso), disposti a strati in una teglia e gratinati.

RICETTA:  per  quattro persone:
4 uova,  400 g di farina,
formaggio pecorino […]

castagnaccio

Il castagnaccio

Il castagnaccio è un dolce particolare, preparato con farina di castagna e arricchito con pinoli,
noci e rosmarino, nato come pietanza contadina ottenuta dalla castagna, molto diffusa nelle campagne.
RICETTA:
INGREDIENTI
Ingredienti per una teglia media:
1 kg di farina di castagne,
acqua, sale, pinoli sgusciati o noci, rosmarino, strutto o olio

PREPARAZIONE
In una terrina impastate […]

raviggiolo

Il raviggiolo

Il Raviggiolo – presidio Slow Food e Prodotto Tipico dell’alto Appennino tosco-romagnolo –
è una carezza del palato: un sublime e semplice formaggio fresco da latte crudo, acidulo
e leggero, bianco e morbido, da mangiare fresco.

funghi-porcini

Funghi porcini

Il fungo porcino cresce soprattutto nei boschi di querce e di castagno della pianura,
e nelle faggete e abetaie di alta montagna.
Possono raggiungere facilmente grandi dimensioni: sono frequenti ritrovamenti
di esemplari di peso superiore a uno o due chilogrammi.
E’ caratterizzato da un cappello con cuticola rugosa e umida, non vellutata e che
presenta […]

castagni

Le castagne del monte Comero

I castagneti del monte Comero nel comune di Bagno di Romagna producono ancor oggi questo alimento nutriente, energetico e prezioso, che per secoli é stato il pane invernale dei poveri. Le castagne sono consumate in tanti modi: fresche, vengono arrostite (bruciate o brigie) oppure lessate in acqua appena salata […]

miele

Il miele di acacia

Il miele di acacia si ricava dalla robinia pseudoacacia, pianta appartenente alla famiglia
delle mimosacee.E’ dai suoi fiori, quando vengono impollinati dalle api, che si ottiene questo
tipo di miele, dal profumo vagamente floreale e dal sapore dolce.
Il miele di acacia può essere considerato a tutti gli effetti un energizzante naturale
in grado di […]

strigoli

Gli strigoli

Gli strigoli sono un’erba commestibile conosciuta fin dai tempi
antichissimi per il buon sapore e le interessanti proprietà nutritive.
I sonaglini (strigoli) crescono bene in pieno sole e si possono raccogliere
soprattutto su terreni calcarei poco fertili e non eccessivamente inerbiti.
Sul fronte delle proprietà nutritive, possiamo dirvi che apportano un buon
contenuto di […]

more

La mora selvatica

Il frutto è costituito da bacche riunite in more di color viola scuro e brillante,
che maturano in estate e vengono raccolte da luglio a settembre.
L’aroma intenso e gradevole ed il colore nero brillante fanno della mora un ingrediente
prezioso per molte preparazioni (marmellate, sciroppi).