Funghi porcini

Il fungo porcino cresce soprattutto nei boschi di querce e di castagno della pianura,
e nelle faggete e abetaie di alta montagna.
Possono raggiungere facilmente grandi dimensioni: sono frequenti ritrovamenti
di esemplari di peso superiore a uno o due chilogrammi.
E’ caratterizzato da un cappello con cuticola rugosa e umida, non vellutata e che
presenta una sottile zona bianca nell’ immediata vicinanza del bordo.

Curiosità:
La cosa fondamentale è non bagnarli in acqua, per non rovinare la riuscita in cottura.
Una volta raccolti vanno puliti eliminando con un coltellino la parte finale del gambo
e la primissima superficie, spennellando via le tracce di terra.
Poi si può procedere con lo staccare la testa del fungo, ruotandola delicatamente
e scavando poi nella giuntura per eliminare altre tracce di terra. Infine, conviene passare
la superficie del fungo con un panno umido per eliminare gli ultimi residui.
E ora sono pronti per essere cucinati!

Altre Offerte & Pacchetti

Offerte Esclusive

Ricevi in anteprima le nostre offerte


Ho letto l'informativa privacy
Desidero ricevere le vostre newsletter

LA TUA SORGENTE DI BENESSERE